Aro regala una fiaba ai bambini!

Un dono speciale, un Patrimonio per la vita

L’infanzia è il periodo più bello della vita perché consente di giocare con la fantasia. Fiabe e favole consentono questo gioco, con quel loro mondo fantastico, senza tempo, popolato da fate, streghe, draghi o animali dalle sembianze umane.

Nulla diverte i bambini quanto le fiabe.

I bambini ascoltando le fiabe sviluppano la fantasia, la creatività, imparano a giocare a ‘fare finta di…’, a ‘fare come se…’, a travestirsi da cavalieri o da principesse. Si creano così un ‘Loro’ mondo fantastico che può aiutarli ad esorcizzare ansie e paure, ma anche a conoscere valori come l’amore e la fratellanza, la generosità verso i deboli, il rispetto e il coraggio.

Con le fiabe i bambini imparano anche ad affrontare un mondo sempre più imperniato sull’aggressività, sulla disonestà e la malvagità. Esse insegnano, infatti, anche i lati negativi della vita e la lotta tra il bene e il male. I bambini nel vedere sconfitti i cattivi, s’identificano con l’eroe buono e imparano a vivere in una realtà dove i sogni, le speranze e l’altruismo possono diventare degli strumenti per vivere bene con gli altri. Regalare a un bambino una fiaba è il dono più bello che si possa offrire, un ‘Patrimonio’ per la vita. Leggerla con lui, dolcemente, nell’intimità di un momento speciale, ha un valore inestimabile. Ecco perché ARO – grazie alla generosità di Antonio Agosta, l’autore di “Le avventure di toni, lo spaventapasseri” – regalerà una copia di questa fiaba, ai primi 20 bambini o genitori, zii o nonni che ne faranno la richiesta a questo indirizzo mail: romanzocollage@gmail.com

Bibliografia:

B.Bettelheim: “The uses of enchantment. The meaning and importance of fairy tales”, Alfred A.Knopf, inc., New York

R.Filippetti: “Educare con le fiabe. Andersen, Collodi, Saint Exupery,Lewis”, Itaca Edizioni, Castel Bolognese (Ra)

2 commenti su “Aro regala una fiaba ai bambini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *