Viaggi verdi… in bici!

Anche per quest’anno siete confusi sulla destinazione per i ponti di primavera?

Vi andrebbe la vecchia Europa? Parigi? Londra? But only in bike!

avenue-verte-1

Che cos’è l’Avenue Verte?

È una pista ciclabile che collega la capitale francese a quella britannica, lunga 408 chilometri, se siete amanti dei viaggi avventura, è quello che state cercando!

Il progetto inaugurato lo scorso anno, in occasione delle Olimpiadi, si prefigge di promuovere un nuovo turismo culturale, e perché no, metaforicamente unire due culture divise non solo dalla Manica!

Il percorso, percorribile in 4-7 giorni, parte dalla cattedrale di Notre Dame e arriva al Westminster Bridge, si snoda in scenari da togliere il fiato, infatti, le piste sono state ricavate, dal recupero di linee ferroviarie dismesse, tra le campagne normanne e inglesi, tra boschi rigogliosi, e lungo la Senna e il Tamigi.

Un viaggio, che a parte la stanchezza fisica, non deluderà le attese!

Gli scorci, il paesaggio, potranno essere gustati con più calma e durante le varie ore del giorno, inoltre dovrete abbandonare il sellino, quando v’imbarcherete per superare gli specchi d’acqua, e quando vi fermerete nei numerosi B&B lungo l’itinerario, e nei famosi e caratteristici Pub!

L’Avenue Verte è un’iniziativa pilota, e rappresenta il cambiamento delle politiche ispirate a vecchi concetti di mobilità. Bisogna trovare alternative sostenibili ed ecologiche per abbattere il forte inquinamento delle metropoli.

Si calcola giornalmente, per la sola città di Parigi, un numero di 900.000 pendolari che entrano nella capitale per lavorare, questo valore va incrementato della popolazione che si sposta per turismo, o per altre attività!

girolibero_

Gli italiani… ciclisti in erba!

Sono i dati a parlare, nel 2011 sono state acquistate più biciclette che automobili!

Infatti, le auto immatricolate sono state 1.748.143 mentre le bici vendute 1.750.000!

Un ritorno ai tempi della guerra, e alle canzoncine popolari che enfatizzavano le bellezze in biciletta, un amore per i pedali, riscoperto da un popolo, che diciamolo, non è tra i più sportivi! Che cosa è cambiato? Sicuramente un mix di fattori in cui converge crisi economica, caro-benzina, aumento spese assicurative, traffico veicolare nei maggiori centri urbani e una maggiore sensibilità verso l’ambiente!

LaBiGi

Per visitare la città pedala!

Bergamo, su modello delle capitali europee, promuove il progetto LaBiGi, un servizio automatico di noleggio biciclette, che permette a chi arriva in bus, treno, tram o in auto di prendere la bicicletta, presso quindici punti distribuiti in città, e riconsegnarla in un luogo diverso da quello di prelievo, inoltre i punti di scambio sono integrati con i diversi mezzi di trasporto cittadini!

Compilando un modulo di adesione, otterrete una smartcard, che vi consentirà di prelevare la bici dalle colonnine in cui è ancorata; la tessera ha validità per dodici mesi. Adesso, siete pronti? Partenza e via… pedalate!

Altre città promuovono iniziative simili: Milano, Bologna, Imola, Venezia, Modena, Rovigo e tante altre.. prima di organizzare il tuo viaggio fuori porta, cerca quali centri aderiscono all’iniziativa e riscopri la città e la bici!

Credits foto: www.italia-radreisen.it, www.seinemaritime.net

1 commento su “Viaggi verdi… in bici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *